Italiano

Sei in una situazione di emergenza? Hai bisogno di aiuto immediato? C'è un pericolo per la vita, l'ambiente o le cose?

112

Telefona al 112 se sei in pericolo.

Telefona al 112 se tu o qualcuno vicino a te è coinvolto in un grave incidente o si sente male.

Telefona al 112 in caso di incendio o altro avvenimento che richiede l'intervento di Ambulanza, Polizia o Vigili del Fuoco.

Il 112 è un numero di emergenza speciale che puoi chiamare ovunque, dalla rete fissa o mobile.

Telefonando al 112, entri in contatto con il centro di soccorso SOS Alarm. Uno dei nostri operatori SOS risponderà al telefono chiedendoti:

  • Cosa è successo?
  • Dove è successo?
  • Da quale numero di telefono chiami?

Cerca di rimanere calmo e descrivere cosa è successo. Rispondi a tutte le domande, ad esempio: Chi ha bisogno di aiuto e perché? C'è qualcuno in pericolo oppure qualcuno è stato aggredito? Qualcuno è rimasto ferito? Quanti sono rimasti feriti e in che modo?

L'operatore SOS farà qualche domanda per determinare il servizio di emergenza richiesto. L'operatore SOS potrebbe avere necessità di maggiori informazioni anche mentre i soccorsi sono in arrivo. Rimani quindi al telefono o sul posto per qualche tempo.

Il centro di soccorso SOS Alarm risponde alle chiamate di persone in pericolo. Tutti gli operatori SOS parlano svedese e inglese. Cerca quindi di spiegare quello che è successo in svedese o inglese, personalmente o facendoti aiutare da qualcuno. In questo modo, l'operatore SOS potrà inviare il servizio di emergenza necessario nel minor tempo possibile. SOS Alarm può anche avvalersi di un interprete, ma se la richiesta è urgente non c'è tempo per contattarlo.

Il 112 è un numero di emergenza speciale che, con una chiamata, ti mette in contatto con tutti i servizi di soccorso. È importante telefonare al 112 solo in caso di emergenza e necessità di aiuto immediato; in caso contrario sussiste il rischio di ritardare, con la propria telefonata, un aiuto vitale ad altre persone in pericolo.

Se non si tratta di un'urgenza, telefona ai numeri di assistenza nelle pagine interne di copertina dell'elenco telefonico per la tua zona.

Puoi chiamare il 112 e parlare con un operatore SOS anche nei giorni festivi, 24 ore su 24. La chiamata al 112 è gratuita. Il 112 è il numero di emergenza utilizzabile in tutta l'Europa.

Stampa questa informativa e appendila in bacheca, a casa, sul lavoro o a scuola.

116 000 – numero unico per bambini scomparsi

La Svezia, in qualità di Stato membro dell’Unione europea, è tenuta ad istituire un numero unico europeo, per consentire a chiunque di segnalare l’eventuale scomparsa di minori. Il numero gratuito, 116 000, deve essere accessibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per tutto l’anno, e da qualsiasi paese membro.

Ecco come funziona il numero unico europeo 116 000

Telefonando al numero 116 000 è possibile fare quanto segue 24 ore su 24: 

  • denunciare la scomparsa del proprio figlio
  • denunciare il ritrovamento di un bambino dichiarato scomparso
  • denunciare il ritrovamento di un bambino che si è perduto o che si è allontanato dalla propria famiglia
  • richiedere informazioni sul proprio figlio scomparso

Notare che per i casi concernenti la denuncia di bambini scomparsi o ritrovati va ugualmente bene il ricorso al numero unico di emergenza 112. Per bambini si intendono tutte le persone che non hanno ancora compiuti i 18 anni d’età.

Quando si telefona al numero 116 000 non bisogna digitare il prefisso. La telefonata è gratuita.

Gli operatori del servizio di emergenza gestiscono le chiamate al 116 000 applicando gli stessi metodi validi per il numero 112, tuttavia pongono domande basate su una speciale scheda di raccolta dati. Le segnalazioni ricevute dal servizio sono inoltrate alle forze di polizia. L’operatore del servizio di emergenza pone solo poche domande prima di trasferire la chiamata alla polizia per una successiva indagine più approfondita.

Gli operatori dei servizio di emergenza parlano lo svedese e l’inglese, ma per i casi in cui è richiesta la comunicazione in altre lingue si ricorre al servizio di interpretariato preposto accessibile 24 ore su 24. In particolari circostanze possono volerci diversi minuti per trovare l’interprete per la lingua richiesta.


Antefatto

Il 16 dicembre 2013  è stata istituita in Svezia la linea telefonica diretta 116 000. Il Ministero della salute e delle politiche sociali svedese [Socialdepartementet] è responsabile per il numero unico 116 000. Socialdepartementet ha assegnato ad SOS Alarm, ossia il servizio che gestisce il numero unico di emergenza svedese, l’incarico di gestire il la linea telefonica 116 000. La suddetta assegnazione è regolata dal Contratto sui servizi di emergenza svedesi fra SOS Alarm ed il Ministero di Grazia e Giustizia svedese [Justitiedepartementet].

– Puntiamo a sviluppare ed ottimizzare il servizio lavorando insieme ad un team di esperti provenienti da diversi enti della pubblica amministrazione ed organizzazioni di volontariato dedite alla protezione dei bambini. Intendiamo sfruttare al meglio le importanti conoscenze acquisite nel corso degli anni da tutte le suddette parti coinvolte per far sì che la linea telefonica 116 000 diventi uno strumento fondamentale per tutti gli enti, privati e pubblici, che esercitano attività di soccorso pubblico, dichiara Gunnar Bergström, Gestore del servizio 112 presso SOS Alarm.

Al momento (giungo 2015) il numero unico 116 000 è istituito in tutti i paesi UE fatta eccezione per la Finlandia, vale a dire in: Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Francia, Grecia, Irlanda, Italia, Croazia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Gran Bretagna, Svezia, Repubblica Ceca, Germania, Ungheria ed Austria.

Dati sul numero 116 000 in ambito UE

La direttiva relativa al servizio universale sul territorio UE richiede agli Stati membri dell’UE di adempiere quanto segue:

  • Promuovere gli speciali numeri di emergenza 116
  • Adoperarsi affinché gli utenti finali disabili possano usare senza impedimenti i numeri 116
  • Adoperarsi affinché i cittadini ricevano tutte le informazioni sulla presenza e le modalità d’uso dei numeri 116. Tali informazioni devono essere orientate specialmente alle persone che viaggiano all’interno dell’UE.
  • Garantire che i cittadini possano sempre avere accesso al numero unico 116 000 per segnalare la scomparsa di minori.